Gli errori più comuni nella creazione di un sito web

Leggere gli articoli presenti in questo sito è già un aiuto sostanzioso per evitare di commettere errori che terranno lontani i potenziali visitatori dal proprio sito web. M553a la creazione di una pagina comprende tanti di quegli elementi che a volte è facile trascurarne alcuni. Per questo, ecco di seguito un elenco con gli sbagli più frequentemente osservati nei siti “neonati”:

  • Si trascura la qualità dei testi. Spesso chi si affaccia su internet con l’intenzione di creare una pagina di successo investe moltissimo nella grafica: la vuole moderna, accattivante, ingaggiante. E giustamente paga molto per un buon servizio. Salvo poi trovarsi senza budget per i contenuti, e improvvisare. Ecco, no: è il primo passo verso contenuti illeggibili o creati senza conoscere le regole della scrittura in rete. Affidarsi a professionisti è fondamentale anche in questo campo!
  • A proposito di testi, i visitatori odiano l’affollamento di parole chiave nelle prime righe di quello che leggono. Il navigatore medio è ormai molto competente e non si fa gabbare così facilmente. Per questo il posizionamento dei termini strategici dovrebbe essere fatto in maniera armonica, senza pensare di avere a che fare con gli… scemi del villaggio globale.
  • E, parlando di SEO, l’errore all’altro estremo dello spettro: trascurare questa funzione e pensare che i visitatori “verranno da sé”. Gli algoritmi dei principali motori di ricerca sono ormai più che selettivi. Non è possibile pensare di avere un numero di visite consistenti senza parole chiave!
  • Ingolfare la pagina di pubblicità è un altro errore frequentissimo. È comprensibile che si voglia guadagnare da programmi del tipo AdWords ma, per contro, l’eccesso di sponsor mette in fuga gli utenti.
  • Pensare di più agli smartphone, di meno ai computer: l’aumento della navigazione online tramite device portatili è indiscutibile. Per contro, i siti che vengono disegnati anche per queste realtà è ancora troppo basso. Pensarci vuol dire intercettare anche utenti che si sentono trascurati, con il vantaggio di trovare un target che rimarrà fedele!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *